Autore:

Vinovo, manifattura Brodel e Hannong, Carlo Camillo Tamietti

Titolo:

Il miracolo di Sant'Uberto

Anno:

1778

Materia e tecnica:

Inventario:

3194/C

Descrizione Opera

BiscuitCm 27 x 22 x 17Marca: «TAMIAT. INVE: E FECIT 1778»Acquisto 1957 Nel 1775 Giovanni Vittorio Brodel ottenne dal re Vittorio Amedeo III di Savoia (1726-1796) la facoltà di trasferire nel castello di Vinovo le attrezzature della fallita manifattura di porcellane di Vische, per crearvi un nuovo stabilimento produttivo. L’anno successivo Brodel si associò con Pierre-Antoine Hannong, ottenendo dal re le necessarie patenti regie. Dopo pochi anni, però, anche questo progetto industriale si rivelò fallimentare. Nel 1779 fu redatto un inventario in cui sono elencate tutte le tipologie di oggetti prodotti ed è citato il gruppo in biscuit del Miracolo di sant’Uberto datato 1778 e firmato da Carlo Camillo Tamietti, il capo modellatore della manifattura che si distingueva per la raffinata abilità. La manifattura riprese respiro sotto la guida di Vittorio Amedeo Gioannetti e la piccola scultura della fabbrica ebbe in Tamietti il capo modellatore fino al 1796. La sua produzione comprende una «Allegoria sabauda», figurine «alla tedesca», Enfants bouchers (bambini recitanti i lavori degli adulti) e figure in biscuit d’impronta neoclassica. 

Commenti